Archivi tag: ricordi

Siri Hustvedt: Quello che ho amato

SIRI HUSTVEDT Quello che ho amato (titolo originale: What I loved, 2003) Il romanzo è la voce narrante di Leo Hertzberg, critico d’arte e professore universitario che racconta gli ultimi vent’anni della sua vita in un lungo flashback, una storia … Continua a leggere

Pubblicato in RECENSIONI LIBRI | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati

DOSTOEVSKIJ: Ricordi

 ”Sappiate, dunque, che non c’è nulla di più elevato, di più forte, di più sano e di più utile nella vita che un bel ricordo, specialmente se è un ricordo dell’infanzia, della casa paterna… Se un uomo riesce a raccogliere molti … Continua a leggere

Pubblicato in CITAZIONI | Contrassegnato | Commenti disabilitati

Woolf: DIARI 1925-1930

VIRGINIA WOOLF Diari 1925-1930  I DIARI di Virginia Woolf sono arrivati a noi grazie al  marito Leonard Woolf che raccolse  in volume  una selezione della miriade di pagine scritte dalla moglie, molte delle quali incentrate  sulle attività di romanziera e … Continua a leggere

Pubblicato in RECENSIONI LIBRI | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati

Paul Auster: Invisibile

PAUL AUSTER Invisibile (‘Invisible’, 2009) E’ il penultimo romanzo della considerevole produzione dello scrittore americano, antecedente solo a Sunset Park (2010) libro che mi è piaciuto moltissimo. Pochi a mio parere gli scrittori che sanno incuriosirti fin dalle primissime righe … Continua a leggere

Pubblicato in RECENSIONI LIBRI | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati

Alda Merini: Il mio passato

Spesso ripeto sottovoce che si deve vivere di ricordi solo quando mi sono rimasti pochi giorni. Quello che è passato è come se non ci fosse mai stato. Il passato è un laccio che stringe la gola alla mia mente … Continua a leggere

Pubblicato in POESIA | Contrassegnato , | Commenti disabilitati

Josè Saramago: scrivere è fissare i ricordi sulla carta

« Se fisso i miei ricordi sulla carta, è soprattutto perché non si perdano (in me) minuti d’oro, ore che risplendono come soli nel cielo tumultuoso e immenso che è la memoria. Cose che sono anche, come il resto, la … Continua a leggere

Pubblicato in IL MESTIERE DI SCRIVERE | Contrassegnato , | Commenti disabilitati

Woolf: La signora Dalloway

VIRGINIA WOOLF “La signora Dalloway”(titolo originale: Mrs Dalloway, 1925) E’ il romanzo che mi ha fatto innamorare di Virginia Woolf e anche il primo che ho letto della sua cospicua bibliografia. Ai tempi della scuola la Woolf passava per scrittrice sconclusionata … Continua a leggere

Pubblicato in RECENSIONI LIBRI | Contrassegnato | Commenti disabilitati

Elias Canetti: La lingua salvata

ELIAS CANETTI “La lingua salvata” - (titolo originale: Die gerettete Zunge, 1977)  Una  casa in cui le lingue parlate si avvicendano in base alle persone presenti: i parenti parlano il turco, in casa si parla bulgaro, la madre parla spagnolo con … Continua a leggere

Pubblicato in RECENSIONI LIBRI | Contrassegnato , | Commenti disabilitati

Isabel Allende: scrivere è preservare la memoria

« La scrittura è per me un tentativo disperato di preservare la memoria. I ricordi, nel tempo, strappano dentro di noi l’abito della nostra personalità, e rischiamo di rimanere laceri, scoperti. Così scrivere mi consente di rimanere integra e di non … Continua a leggere

Pubblicato in IL MESTIERE DI SCRIVERE | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati

I ricordi si consumano

Stanotte ho dormito un sonno agitato. Mi sono svegliata di soprassalto, con i pugni serrati, come dovessi combattere contro il mondo intero. Non riuscivo a riprendere sonno per colpa del martellante pensiero di mia madre. Ho cercato disperatamente di ricordare … Continua a leggere

Pubblicato in Estratti da "Il tempo che credevo di aver perso" | Contrassegnato , | Commenti disabilitati