Irving Stone: Brama di vivere

Irving Stone – Brama di vivere, 1935

Seguimi su INSTAGRAM

Irving Stone ricostruisce la vita di Vincent Van Gogh, avvalendosi di interviste e della corposa corrispondenza tra il pittore e il fratello Theo, che per dieci anni lo mantenne a sue spese, senza mai smettere di credere nel suo talento.

Un percorso artistico che non ha uguali nell’intera storia dell’arte per potenza e brevità, una vita vissuta al limite della follia, sospesa tra esaltazione e depressione, per poi terminare con una morte assurda, avvenuta in circostanze non del tutto chiarite.

Una lettura intensa ed emozionante, necessaria per capire a fondo il genio olandese che ha trasfuso nei suoi quadri così tanta vita da non farne rimanere neanche una goccia per se stesso.  Sarà difficile, dopo, guardare una tela di Van Gogh senza avvertire una stretta allo stomaco, senza ripensare alla sofferenza occultata nelle pennellate e ai tanti digiuni necessari per comprare tele e colori al posto di un tozzo di pane.

Questa voce è stata pubblicata in RECENSIONI LIBRI. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.